sovrapposizioni a due voci #1.10

Puntata speciale con Raffa nella parte dello scimmione e Fredd alla regia.

Sembri piuttosto convinto su questo punto. Secondo te non esiste as- solutamente nessun modo per scoprire come deve vivere la gente. — Certo che ne sono sicuro. — E come ci sei arrivato? — Non saprei. Una certezza su come deve vivere la gente è… non si può ottenere come le certezze scientifiche. Te l’ho già detto: non si può trovare nel mondo fisico. — Qualcuno di voi l’ha mai cercata, nel mondo fisico? Repressi un sogghigno. — Nessuno ha mai detto: «Be’, visto che abbiamo raggiunto una conoscenza certa su tante altre materie, perché non proviamo a cercare qualcosa di simile anche sull’argomento “come si deve vivere”?» Non l’ha mai fatto nessuno? — Ne dubito.

Daniel Quinn, Ishmael. 1992

Decima puntata

Ismahel, Lettura di Raffa e Cri

Radio Antidoto è la radio illustrata. L’acquerello è di Fredd

Bop Randagio

Dopo il “Barbarico Yop” il dinamico e libero “Bop”. Oggi chiacchierata in diretta radio con Gino “Ginaski” Tramontana, percussionista, scrittore e eclettico intellettuale oltranzista che ha il pregio e la sfortuna di essermi amico, e che ho catturato in un oretta di chiacchiera radiofonica e auguri di buon anno.

Parliamo di musica, arte, cazzi nostri e sentiamo alcune tracce del disco “Stray Bop”, che con il progetto “Bardamu'” Gino ha pubblicato di recente in vinile. Gino suona le percussioni, scrive i testi, organizza e immagina Alfonso, il fratello, impeccabile al pianoforte, ospiti e voci entrano e escono per questo bel connubio di suoni e ritmi di jazz randagio.

Parliamo un po’ con Ginaski dell’essere liberi e randagi, dell’introspezione, del disoccuparsi e della differenza tra realta’ e verita’; e soprattutto ascoltiamo bella musica.

Potete trovare il progetto Bardamu’ su Soundcloud se volete sentirne di piu’, aspettandoli per sentirli dal vero, come al solito VIVI E VEGETI.

Radio Antidoto incontra Bardamu’ 3- 01 – 2021

Ipertesto Radiofonico #2

Nuovo anno, secondo capitolo.
Sto giro facciamo un po’ di iconografia instagrammica, navighiamo tra un po’ di profili che collezionano immagini potenti.

L’ipertesto lo leggi su ipertestoradiofonico.substack.com e se t’iscrivi lo ricevi pure via mail, insieme a tutti quelli del futuro.

La puntata la ascolti sempre schiacciando play quissotto.

Ipertesto Radiofonico #1

Non ho finito di imparare la radio, ho solo iniziato a fare ipertesti radiofonici.
Il che vuol dire semplicemente che ogni puntata sarà anche una newsletter piena delle cose di cui parliamo.
Tipo Gli Stati Generici, ma fatta dopo (fabbiobruno, tvb).

Per leggere c’è ipertestoradiofonico.substack.com, per ascoltare schiaccia play quissotto.

imparo la radio #4 – contenuto

I volumi sono stati domati. Ripeto: i volumi sono stati domati.
Fierezza nel regno tutto.

In questa quarta puntata si ciarla di contenuto. In particolare, mi avventuro in un paio di consigli per l’ascolto, podcast che secondo me vale la pena di seguire. E si ascolta musica, come sempre.

Ci si domanda anche quali saranno le sorti di questo spazietto radiofonico?
Si accettano suggerimenti, anzi si chiedono fortissimo.

imparo la radio #3 – errore

Continua l’antica lotta tra la donna e i volumi. Lotta che la donna che scrive sicuramente sta ancora perdendo.

In questa terza puntata riflettiamo insieme sul potere creatore ed educativo dell’errore. Ma come sempre i momenti più interessanti li esploriamo attraverso le interminabili digressioni: scopriamo infatti il gran bel gioco per adulti progettato da Fredd qualche tempo fa, Le Gran Jeu.

Selezione musicale assolutamente random, come inizia a piacerci.
Buon ascolto!

Imparo la radio #2 – voce

Secondo appuntamento di autoapprendimento radiofonico e già si sfora coi tempi. Un’ora e sei minuti partiti con l’intento di affrontare l’argomento voce. Selezione musicale a tema, ma le digressioni prendono il sopravvento e finiamo a scrivere in diretta una e-mail collaborativa da inviare ad un cassonetto e da veder bruciare in un rito collettivo dedicato al fuoco dell’inferno.

Momento topico: a 8:20 perdo il controllo della nave e mixo involontariamente Bjork con la sigla di Storie Maledette.

Imparo la radio #1 – setup

Ciao, sono alessantra e voglio imparare la radio.
L’unico modo che mi viene in mente per impararla è farla.
Perché Radio Antidoto è una radio che quando l’ascolti ti viene voglia di farla. E viceversa.

In questa prima puntata di setup abbiamo capito che se accendo il microfono si sente, che ho bisogno di selezionare dei sottofondi da non violentare e che si può intervistare la gente con i messaggi vocali.

Magick per sbaglio

Ieri notte evocando spiriti sonori, giostrando sul suono, miscelando 4 tracce contemporaneamente, parlando al microfono sempre aperto, cantando, usando addirittura la radio a onde lunghe, come un buon seguace di Asbesto.

Forse e’ uscito qualcosa. Forse no, a me i brividi sono venuti varie volte, e ho dormito con la luce accesa. Quanto amore in questa radio…

Per chi avesse voglia di sentirselo avendolo perso. Si preannunciano altre staffette di questo tipo tra me e l’ottimo Ale_, che avendo un lavoro tutta la sera puo’ tramettere solo dopo la mezzanotte.

E quindi il panorama radio notturno si e’ riacceso…

fredd – magick per sbaglio, improvvisazione settembre 2020 – non editata contiene anche errore iniziale – sorry (sic!)