Time out!

Oppressi dalla noia del lockdown, da un inverno claustrofobico, dall’assenza di certezze? Fermi tutti! Spegnete ogni dispositivo, e lasciatene acceso uno soltanto. Musica, film e arte sono da sempre un rimedio. Danzare a ritmo sfrenato e’ la soluzione. Musichette e spezzoni di film per accompagnarvi in questa mattinata all’insegna della leggerezza e del nonsense. And remember: if you can’t get away, dance it away!

Wise men, space heroes and… Happy Birthday Frank Zappa!

22 Dicembre 2020 ore 00.00: Saturno e Giove in congiunzione, i Re Magi sul loro cammino, e ottant’anni fa oggi (cioe’ ieri) nasceva Frank Zappa… Seconda Incursione per me in questa lunghissima Maratona di Radio Antidoto! Una selezione di musiche, suoni dallo spazio, spezzoni di film rigorosamente sci-fi, e ovviamente interviste e musica di uno dei miei idoli di sempre, che oggi compie gli anni. Auguri Frank Zappa!

(il quadro, in perfetto tema cosmico, e’ un’opera del mitico Frank)

Ecco il link per riascoltare l’incursione:

Don’t hibernate too soon

Questa incursione (parte della Maratona di Radio Antidoto del 21 Dicembre per il solstizio invernale) e’ un viaggio musicale nelle atmosfere sospese e letargiche dell’inverno, per essere un po’ sospesi e letargici anche noi, nell’attesa che il sole sciolga la neve, il ghiaccio si trasformi in acqua, e tutto fiorisca e rinasca con la nuova stagione. Buona ibernazione a tutti!

(Nella foto la mitica biologa polacca Simona Kossak a passeggio per un bosco innevato con i suoi amici cerbiatti)

letargo s. m. [dal lat. lethargus, gr. λήϑαργος, comp. di λήϑη «oblio» e ἀργός «inerte»] (pl. –ghi). – 1. a. In biologia, periodo di vita latente trascorso da animali diversi (soprattutto vertebrati omeotermi) in seguito a condizioni ambientali sfavorevoli: nei mammiferi è caratterizzato da forte abbassamento della temperatura corporea, rallentamento del battito cardiaco, riduzione dell’attività metabolica, con consumo delle riserve di grasso accumulate prima del periodo letargico; si distingue un linvernale, o ibernazione, e un lestivo, o estivazioneb. Nell’uomo, altro modo di designare alcune condizioni di ipersonnia patologica; per estens., sonno lungo e profondo in genere: cadereesseregiacere in letargoc. fig. Stato di sonnolenza, di torpore, d’inerzia spirituale o morale: destare un popolo dal suo secolare l.; Qual sonno o qual lha sì sopita La tua virtute? (T. Tasso); quindi, anche, cagione di oblio: Un punto solo m’è maggior letargo Che venticinque secoli a la ’mpresa Che fé Nettuno ammirar l’ombra d’Argo (Dante). 2. In botanica, sinon. di vita latente o di dormienza, com’è presentata dai semi o dai germogli sotterranei (rizomi, bulbi, tuberi) o anche da piante aeree (fanerofite) quando, per le condizioni esterne, rallentano le funzioni (respirazione) o le sopprimono (fotosintesi).

Ecco il link per riascoltare l’incursione:

The power of music (and love)

Che cos’e’ la musica? Al di la’ di cercare astruse definizioni o spiegazioni filosofiche, la risposta sara’ sicuramente molto personale per ognuno di noi. In qualunque parte del mondo ci troviamo, quando ascoltiamo musica, dal vivo, da una radio, o anche quando siamo noi portatori di questa arte, il suo potere di connetterci con parti di noi stessi, rivivere momenti e grandi emozioni della nostra vita, danzare, viaggiare, elevarci, toccare le vette piu’ alte dell’essere, a volte e’ immenso e incommensurabile. Un potere paragonabile solo forse a quello dell’amore. Questa lunga incursione e’ un brainstorming di musiche create da menti geniali del presente e passato, che hanno avuto e continuano ad avere un forte impatto su di me. Da Allegri, a Purcell (che accompagna una toccante Pina Bausch nel suo celebre Caffe’ Muller), passando per il Kronos quartet, Ravel, Hildegard Von Bingen, Elgar e altri. Lasciatevi cullare e elevare da loro.

Ecco il link per riascoltare l’incursione:

Liberta’ e non sense

Incursione decembrina dedicata al caffe’, agli scoiattoli, alle citta’ del mio cuore (Londra, Roma, Parigi), agli hippie e all’amore libero, al non sense e ovviamente a voi. Tanta musica, spezzoni da sketch, vecchi documentari e film (Roma di Fellini, Paz, etc.) per divertirci e coccolarci un po’. Buon ascolto!

Ecco il link per riascoltare l’incursione:

Barbara, Emily, Amy…

Incursione notturna dedicata a Barbara Strozzi, una delle piu grandi compositrici del Seicento, nel giorno dell’anniversario della sua morte. Figlia adottiva, forse illegittima, del poeta Giulio Strozzi, compositrice e cantatrice virtuosa, fu membro dell’Accademia degli Incogniti a Venezia. Oggi, a distanza di piu di Trecento anni, le donne devono ancora lottare per affermarsi nel mondo della musica, accolte sempre in maniera un po’ ‘awkward’ da colleghi maschi e dal pubblico. Eventualmente apprezzate per le loro qualita’ tecniche e artistiche, ma di rado senza grandi sforzi. Come raccontano in interviste grandissime della scena Jazz e Soul, come Emily Remler e Amy Winehouse. Uno scenario a mio parere cosi surreale che ho voluto condire questa incursione con spezzoni di film da Lynch alla Citta’ delle donne di Fellini e interviste, come quella dove Dali racconta dei suoi baffi e li paragona a quelli di Proust… Buon ascolto!

Ecco il link per ascoltare l’incursione:

La tela e lo spazzolone

Prima puntata del nuovo Lockdown, iniziato giovedi scorso qui in Inghilterra. Tanta musica, un po’ di nostalgia e una lettura dedicata a un aneddoto sul pittore Emilio Vedova, maestro all’Accademia di Belle Arti di Venezia, narrato da Massimo Recalcati nel libro L’ora di lezione. Una riflessione sulla creativita’, sulle difficolta’ dell’ispirazione per l’enorme peso di creazioni del passato ma anche sulle molteplici possibilita’ di creazione nel presente. Uno spunto, forse un’ispirazione per esplorare possibilita’ creative in questo nuovo Lockdown. Buon ascolto!

Diario di viaggio sonoro

Questa incursione nasce da un esperimento: un diario di viaggio sonoro. Quest’estate ho raccolto suoni, versi, conversazioni, rumori ambientali, estratti di concerti, improvvisazioni nell’arco di tre mesi in svariate location, tra Londra, Parigi, Bologna, Comacchio, Firenze, Venezia, Trieste, La Tuscia, Roma. Questo mix, volutamente estemporaneo, personale e diretto, e’ la parte iniziale di un progetto multimediale piu’ grande che includera’ immagini video e suoni.

Ordine dei suoni:
Arpa
Volpi in giardino
Sul canale di Parigi
Conversazione in giardino
Daniele Roccato
Campane a Comacchio
Campane a Venezia
Barca netturbino
Vecchie veneziane
Addio al celibato a Trieste
Musici in piazza
Ivan blocca il telefono
Archeologa pazza a Trevignano
Canzoni romane
Tomba etrusca
Conversazioni nel backstage
Conversazioni su Gesù
Malamore
Canzone Toscana
Improvvisazione blues
A teatro
Spiegando la tecnologia al padre
More blues
Clavicembalo
Madrigale
Conferenza di musicologia
Cannone delle 12 a Roma
Porta portese
One man band
‘Questa non ho idea di come sia’
Carillon russo
Cabaret zodiacale
Abbazia di Farfa
Cavalli da trotto
Jam session al matrimonio
Jealous guy
Waiting for the tube