sovrapposizioni #2 La vita sociale degli alberi.

L’interpretazione più radicale delle scoperte di Suzanne Simard è che una foresta si comporta “come fosse un singolo organismo”. Alcuni ricercatori hanno suggerito che la cooperazione all’interno di una specie o tra specie diverse può svilupparsi se aiuta una popolazione a superarne un’altra, per esempio facendo sopravvivere una comunità forestale altruista ad una egoista.

Tutto è connesso. I racconti di molti gruppi aborigeni dicono che tutte le specie delle foreste sono collegate, e alcuni parlano di reti sotterranee.

“Non esistono gli individui, non esistono neppure le specie separate. Tutto quello che è nella foresta è la foresta“. Richard Powers, Sussurro del mondo 2019

Ferris Jabr, The New York magazine, Stati Uniti.

Internazionale 18/22 dicembre 2020

Radio Antidoto 4 gennaio 2021. Buon ascolto

Grazie a Yara Mekawei e ad Hansko per la musica e grazie a Federico Bonelli per l’acquerello.

Leave a Reply