Pilato incontra Federico Rasetti

Pilato incontra Federico Rasetti direttore di Keepon per parlare di Ultimo Concerto?

Lo scorso 27 febbraio oltre 100 live club italiani hanno trasmesso il loro “Ultimo concerto”. In realtà non si trattava di una vera e propria esibizione musicale ma di una serie di video che ha raccontato l’assenza di musica suonata in questo periodo di restrizioni.

L’evento ha suscitato ammirazione e polemica. Ne abbiamo parlato insieme a Federico Rasetti direttore di Keepon Live, per sapere come è nata questa iniziativa, gli effetti che ha generato e soprattutto come proseguirà.

Per saperne di più https://www.radioantidoto.org/pilato-incontra-federico-rasetti/

Pilato incontra Federico Rasetti

Lo scorso 27 febbraio oltre 100 live club italiani hanno trasmesso il loro “Ultimo concerto”. Pilato incontra Federico Rasetti di Keepon, uno dei promotori di questa iniziativa.

Pilato incontra Federico Rasetti direttore di Keepon per parlare di Ultimo Concerto?

Lo scorso 27 febbraio oltre 100 live club italiani hanno trasmesso il loro “Ultimo concerto”. In realtà non si trattava di una vera e propria esibizione musicale ma di una serie di video che ha raccontato l’assenza di musica suonata in questo periodo di restrizioni.

L’evento ha suscitato ammirazione e polemica. Pilato, curioso, ha deciso di approfondire il tema con uno dei promotori di questa iniziativa. Venerdì 19 marzo alle ore 16 su Radio Antidoto parleremo insieme a Federico Rasetti direttore di Keepon Live, per sapere come nasce questa iniziativa, gli effetti che ha generato e soprattutto come proseguirà.

Cosa è L’Ultimo Concerto??

L’Ultimo Concerto? è una iniziativa che ha coinvolto, per la prima volta, i live club di tutta Italia, oltre a un incredibile numero di artisti, che con il loro straziante silenzio, a distanza di un anno dalle prime chiusure, hanno sottolineato l’importanza essenziale di questi spazi.

L’Ultimo Concerto? è promosso da Keepon Live, Assomusica e Arci. Maggiori informazioni su ultimoconcerto.it.

Pilato incontra Carullo Minasi

Carullo-Minasi è una compagnia teatrale che durante il periodo natalizio è stata impegnata nel Delivery Theater. Profondamente convinti che il teatro (e l’arte in genere) sia un bene essenziale, il duo ha portato in giro per le strade di Messina e su richiesta una serie di opere tratte dal proprio repertorio. Un servizio ma anche una forma di protesta per dire che il teatro può e deve vivere anche in periodo di pandemia.

Pilato (aka Fabio) ha parlato con Cristiana Minasi.

La registrazione della puntata

Carullo-Minasi: l’ultima, piccola rivoluzione delle scene teatrali italiane.

Carullo-Minasi esordisce come compagnia teatrale nel 2011 con lo spettacolo “Due passi sono”, scritto, diretto e interpretato da Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi. Lo spettacolo vince numerosi premi e apre la Trilogia dedicata al tema del Limite, “limite inteso – scrivono sul proprio sito web – quale risorsa drammaturgico creativa per la definizione di qualsivoglia atto d’arte, nella sua natura prima d’atto politico-democratico”. 

La trilogia (di cui fanno parte anche gli spettacoli “T/Empio, critica della ragion giusta” e “Conferenza tragicheffimera, sui concetti ingannevoli dell’arte”) definisce un progetto di teatro itinerante presentato in anteprima per il Cartellone del Teatro Stabile di Messina nell’aprile 2014. I tre spettacoli dovevano essere rappresentati infatti in tre luoghi diversi: Teatro, Tribunale e Manicomio. 

In occasione del ritiro del Premio ANCT 2017 (Associazione Nazionale Critici di Teatro) la Compagnia Carullo-Minasi è stata definita “l’ultima, piccola rivoluzione delle scene teatrali italiane”.

Per saperne di più carullominasi.wordpress.com.

La foto originale è di Gianmarco Vetrano, mentre il brano utilizzato per sigla e stacchetto è Don’t You Think That I by J.Lang (c) copyright 2020 Licensed under a Creative Commons Attribution (3.0) license. http://dig.ccmixter.org/files/djlang59/62036 Ft: Mykleanthony

Ti presento Fabio Bruno!

In questo episodio conosciamo il “nostro” Fabio Bruno, pioniere del podcasting italiano, studioso dei valori dell’imprenditoria e instancabile creatore di contenuti.

In questo episodio di Rigonia abbiamo chiacchierato con un personaggio molto noto di questa radio: Fabio Bruno. Noi lo conosciamo come voce dietro al format Pilato, in onda appunto su Radio Antidoto, ma Fabio è una personalità che si muove nel mondo della radio da tanto tempo e in modi molto pionieristici. Il suo programma, pubblicato in formato podcast, Start Me Up, è stato uno dei primi in Italia a esplorare e a divulgare il mondo dell’imprenditoria nel Sud Italia, ma anche uno dei primi ad appoggiarsi alla celebre piattaforma Spreaker. Abbiamo chiacchierato con Fabio per farci raccontare il suo lavoro, la sua esperienza, cosa ha imparato sul fare impresa e cosa pensa, ama e sogna per la radio, la sua grande passione. Accompagnati in questo viaggio dalle vecchie esibizioni dal vivo di Sugo: concentrato di musica indipendente, programma radiofonico ideato e condotto proprio dai vostri affezionatissimi, Fabio Bruno e Francesco Rigoni.

Di seguito è possibile ascoltare l’audio integrale dell’episodio:

Radio #22 – Intervista a Fabio Bruno, autore e voce di Start Me Up