nei sogni cominciano le responsabilità

Alle 10:30, da Messina, in una stanza di forma quadrata è partita una nuova trasmissione.

Intorno alle 09:30, ci siamo scritti sul palinsesto, siamo andati in cucina, attraversando un corridoio abbastanza lungo, e ci siamo fatti la colazione. Qui, con la frutta, le fette biscottate e una crema spalmabile di una nota marca italiana, unico vizio che ci concediamo, abbiamo sfogliato il numero di Linus dedicato a Lou Reed.

Abbiamo letto del suo mentore Delmore Schwartz e della sua raccolta di racconti intitolata Nei sogni cominciano le responsabilità.

Titolo perfetto per iniziare Vi regalo un sogno.

Un sogno ha bisogno di idee e di azioni. Di modo da poterlo realizzare.

Il primo sogno di oggi è quello di Alessandra Rigano: un laboratorio di identità territoriale itinerante.

“Una carovanazza – scrive Alessandra – che dove si ferma ti domanda, ma tu chi sei? e ti aiuta a scoprirlo, come le cartomanti”.

Scriveteci i vostri sogni, verranno custoditi gelosamente.

Dead Beat

Mi ha dato il LA dipartita a 101 anni del poeta Ferlinghetti piu’ che la annosa polemica con Asbesto, cultore della generazione-battito. A me non ha mai scaldato piu’ di tanto il jukebox all’idrogeno (che e’ una raccolta di Allen Ginsberg). Indegnamente quindi provo a miscelare qualche testo da ubuweb, qualche suono dell’epoca, magari un po’ piu’ tardo, perche’ proprio non sono capace, registrazioni a casaccio dal telefono.
Alla fine il silenzio. Buon viaggio Lawrence. Io ho ancora molto da studiare

23:00 un’ ora alla ricerca della generazione del Beat con fredd…

Pilato incontra Carullo Minasi

Carullo-Minasi è una compagnia teatrale che durante il periodo natalizio è stata impegnata nel Delivery Theater. Profondamente convinti che il teatro (e l’arte in genere) sia un bene essenziale, il duo ha portato in giro per le strade di Messina e su richiesta una serie di opere tratte dal proprio repertorio. Un servizio ma anche una forma di protesta per dire che il teatro può e deve vivere anche in periodo di pandemia.

Pilato (aka Fabio) ha parlato con Cristiana Minasi.

La registrazione della puntata

Carullo-Minasi: l’ultima, piccola rivoluzione delle scene teatrali italiane.

Carullo-Minasi esordisce come compagnia teatrale nel 2011 con lo spettacolo “Due passi sono”, scritto, diretto e interpretato da Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi. Lo spettacolo vince numerosi premi e apre la Trilogia dedicata al tema del Limite, “limite inteso – scrivono sul proprio sito web – quale risorsa drammaturgico creativa per la definizione di qualsivoglia atto d’arte, nella sua natura prima d’atto politico-democratico”. 

La trilogia (di cui fanno parte anche gli spettacoli “T/Empio, critica della ragion giusta” e “Conferenza tragicheffimera, sui concetti ingannevoli dell’arte”) definisce un progetto di teatro itinerante presentato in anteprima per il Cartellone del Teatro Stabile di Messina nell’aprile 2014. I tre spettacoli dovevano essere rappresentati infatti in tre luoghi diversi: Teatro, Tribunale e Manicomio. 

In occasione del ritiro del Premio ANCT 2017 (Associazione Nazionale Critici di Teatro) la Compagnia Carullo-Minasi è stata definita “l’ultima, piccola rivoluzione delle scene teatrali italiane”.

Per saperne di più carullominasi.wordpress.com.

La foto originale è di Gianmarco Vetrano, mentre il brano utilizzato per sigla e stacchetto è Don’t You Think That I by J.Lang (c) copyright 2020 Licensed under a Creative Commons Attribution (3.0) license. http://dig.ccmixter.org/files/djlang59/62036 Ft: Mykleanthony

Ipertesto Radiofonico #4.1 & #4.2

Il quarto Ipertesto Radiofonico è tutto sull’arte del Drag.
Partiamo dall’America degli anni 60, arrivando ad oggi, con una breve e imbarazzante sosta a Sanremo ’94.

Così tanta roba da dire, che si sfora a un’ora e venti e si finisce alla prossima puntata.

Come sempre leggi su ipertestoradiofonico.substack.com, ascolta quissotto o vai di multitasking aprendo i link mentre ascolti.


Seconda parte dedicata alla cultura drag.

Abbiamo una preziosa testimonianza di Vincenzo e della sua Fiele Molotova, abbiamo una playlistona di dive iconiche e abbiamo anche la clamorosa scoperta del maschere del Carnevale di Cattafi, uomini che si travostono da donne in Sicilia.

incursione di rabbia e follia

L’ultimo messaggio, a dicembre, sulla sfida che l’Italia deve ora affrontare, quella del Recovery Fund. “La sostenibilità del debito pubblico in un certo Paese sarà giudicata sulla base della crescita e quindi anche di come verranno spese le risorse di Next Generation Eu”, una frase accompagnata da un monito ai Paesi sull’utilizzo delle risorse: “Se saranno sprecate il debito alla fine diventerà insostenibile perché i progetti finanziati non produrranno crescita”. Sono dichiarazioni di Draghi riportate sull’Ansa oggi in attesa che supermario salga al colle alle 12.