sovrapposizioni #1.9

— Verso la metà del tuo racconto, l’attenzione si sposta dall’universo intero a questo pianeta. Perché?
— Perché questo pianeta era destinato a essere la culla dell’umanità.
— Certo. Dal tuo racconto è evidente che la nascita dell’uomo era un evento fondamentale, anzi, l’evento, nella storia del cosmo. Dalla nascita
dell’uomo in poi, il resto dell’universo smette di avere importanza, smette
di partecipare alla rappresentazione in atto. A questo scopo basta la Terra:
è il luogo d’origine e la casa dell’uomo, e questo è il suo significato. I
Prendi guardano al mondo come a un sistema di supporto vitale per l’umanità, come a una macchina progettata per generare e dare sostentamento alla vita umana.

Daniel Quinn, Ishmael. 1992

Nona puntata

L’immagine qui sopra, è uno scatto di novembre 2016 che feci a Kyoto.

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *