sovrapposizioni #1.7

Ogni storia che spieghi il significato del mondo, le intenzioni degli
dèi e il destino dell’umanità diventa necessariamente mitologia.
— Sarà senz’altro così, ma a me non risulta, neanche alla lontana. Per
quello che so io, non c’è niente di mitologico nella nostra cultura, a meno
che tu non intenda gli antichi greci o i vichinghi o cose simili.
— Io parlo di mitologia moderna. Non quella dei libri, ma quella che esiste nel cervello della gente della vostra cultura, e che viene recitata in tutto il mondo anche mentre stiamo qui seduti a parlarne.
— Te lo ripeto: per quel che ne so, non esiste niente di simile nella nostra cultura.

Daniel Quinn, Ishmael. 1992

Settima puntata

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *