– CRISIS – Order to my Chaos

GiuNa intervista EZ

Avete mai sentito parlare di un Artista laureato in Ingegneria Industriale? Ve ne paliamo di uno in particolare: Emiliano Zingale, illustratore piazzese, classe ‘92. Lo abbiamo incontrato al Tribe Cafè di Piazza Armerina in occasione della sua prima esposizione in terra piazzese.

Ciao Emiliano, quindi sei un…
…nerd??

Ihihihih! No, intendevo dire…come fa un Ingegnere a trovarsi qui oggi ad esporre i propri DIPINTI?
Bella domanda! Me lo chiedo anche io! In realtà disegno da sempre, ma è solo da un anno a questa parte che ho preso più confidenza con la tecnica ad acrilico, grazie alla quale sono nati questi lavori dal sapore un po’ surreale e psichedelico. In verità avevo già cominciato a dipingere qualche anno fa appassionandomi agli acquerelli, tecnica che si sposa meglio con la mia prima passione che è stata quella per il fumetto. Ho pure una pubblicazione all’attivo, lo sai?

WoaoaoaW!!! Cioè??
Circa tre anni fa nel bel mezzo della stesura della mia tesi di laurea mi sono immerso nella realizzazione di queste dieci pagine di fumetto, che sarebbero in realtà un intro alla storia vera e propria…della quale esiste già una sceneggiatura che però non ha ancora visto la luce.

E come si chiama il fumetto? Di che parla?
Il fumetto di chiama “NikoGenioXCaso: Operazione Incrocio Galattico” e parla di un ragazzino, Niko per l’appunto, che viene rapito da una delegazione aliena del Commando Galattico che lo usa come cavia per un esperimento top secret.
Niko vive a Neonia, la nuova e unica metropoli mondiale post-surriscaldamento globale e prende il nome dalla miniera di Neon solido che si trova al di sotto di essa, nel cuore del Polo Sud, ormai privo dei suoi ghiacci perenni e colonizzata da ciò che rimane dell’umanità.

E se volessi averne una copia?
Beh, per chi mi conosce è molto facile, io ne ho diverse copie e se qualcuno volesse averne una può direttamente contattare me. Per chi sta un po’ più lontano, invece, possiamo metterci d’accordo per una eventuale spedizione. In realtà tempo fa era possibile ordinarlo online ma l’editore ha un po’ “mollato la presa” e quindi adesso ci arrangiamo un po’ così, con creatività!

Che bello! Ma parliamo un po’ delle opere che hai esposto al Tribe. Cosa ci raccontano?
Ecco, ciò che più amo fare è creare personaggi, e la verità è che queste opere raccontano molto della solitudine che essi vivono. Con questi dipinti il mio scopo non è quello di descrivere qualcosa in particolare o dare una specifica direzione interpretativa all’osservatore, quanto suscitargli domande e riflessioni sul contesto, di cui né io né nessun altro abbiamo le risposte. Non mi piace dare un perché a qualsiasi cosa, ma ognuno è libero di trovare il suo.

Opere esposte presso il Tribe Cafè di Piazza Armerina

Il mio preferito è “Skull und Drang”! Mi piace il contrasto fra il pellicciotto arancione e lo scheletro che guarda un igloo in mezzo al nulla come una reliquia di un’era perduta ! Sembra non esistere il tempo e nonostante i toni un po’ cupi , guardarlo mi rilassa …
E: …brava! E hai notato la bottiglia di plastica ?!?!

WoaoaoaoaoW ! A dire il vero non me n’ero accorta ! .. ciò che resta dell’umanità ?!?!
Forse… ogni tanto ho delle immagini, degli elementi che mi ronzano per la testa per un po’ e alla fine riesco a metterle su carta…o tela! Tutto è nato dall’Aurora Boreale che io sogno di vedere almeno una volta nella vita…solo che ogni tanto ho paura che non ci riuscirò mai…e se gli umani si estinguessero a breve? Forse solo qualche anima maledetta continuerà a vagare e ad avere la possibilità di ammirare questo spettacolo.

Skull und Drang, acrilico su carta, 2019

Grazie Emiliano per aver raccontato un po’ di te e delle tue creazioni in diretta streaming su Radio Antidoto ! Hai un sito ? Delle referenze ?! Per chi volesse, come può “seguirti”?!?!
Allora , ho tre profili instagram : uno per la mia parte più artistica in senso stretto ( @emilianozingale.art ), uno per le foto ( @theminoltakid ) ed un altro per le cazzate che non mancano mai !!

Quindi sei anche un fotografo?
Mi piace spaziare !!! anzi ti ho portato questo !! E’ un calendario del 2020 che ho realizzato con delle foto in bianco e nero che ho scattato in analogico in giro per Catania nel corso del 2019, e come puoi immaginare da qui prende il nome il calendario…PERI PERI!

WoaoaoaoaoaoaaoW!!!!! Emiliano!!! Grazie 1000000000000!!!! Ti ringrazio di cuore e grazie per questo fantastico souvenir!!!! Sono felicissima di avere avuto l’opportunità di conoscerti meglio e scambiare divertenti chiacchiere con te e le tue creazioni! Alla prossima!!!

Mail: emiliano.zingale@hotmail.it
Instagram: @emilianozingale.art, @theminoltakid
Behance: Emiliano Zingale

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *