Rigonia soccombe al Piede dorato

Rivedremo mai una comunione di intenti così estesa, nello stringersi a cordoglio per la scomparsa di un uomo? Di quell’uomo che si è ritrovato per le mani un talento di cui forse nemmeno lui comprendeva appieno la grandezza?

Probabilmente sì ma non tanto presto. Nel frattempo abbiamo assistito a fiumi di persone e fiumi di lacrime offerte in tributo al ricordo di un uomo che ci si è spinti a chiamare “Dio”. E questa è un’immagine di conservare, ripensando anche a chi era l’atleta (prodigio ineguagliato), a chi era l’uomo (problematico, profondo, sfuggente, amato, invidiato, criticato, smarrito, protetto, giustificato, difeso, scacciato, invecchiato, incompreso) – e a tutte le cose che, come persone, incontriamo nell’arco della nostra vita.

Come italiani, alcune delle vicende che hanno riguardato Maradona le conosciamo benissimo: calcio, donne, successo, droga, criminalità organizzata, campanilismo, cultura nazionalpopolare.

Buon ascolto.

Avatar

About the author

Ho 37 anni, vivo a Torino. Sono stato speaker e autore presso Radio110, la webradio dell'Università di Torino. Ho esperienze come aiuto regia teatrale, regia audio, autore e speaker pubblico. Sono un cantautore con due LP all'attivo. Mi occupo anche di comunicazione sul web. Appassionato di pallacanestro, giochi in scatola e fumetti americani.

Il mio antidoto è la curiosità che mi tiene il cervello sempre a cento all'ora.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *