Concerti di idee in azione nel Quinto Paesaggio. Episodio2

Cristina Vignone  

Ieri pomeriggio in diretta su Radio antidoto il secondo appuntamento con i protagonisti dell’idea di Diego Repetto condivisa da Riavviaitalia https://riavviaitalia.it/concerti-di-idee-in-azione-nel-quinto-paesaggio/

Al termine della riunione abbiamo chiesto a ciascun ospite di scrivere 3 (tre) righe

Federico Bonelli, [19 giu 2020, 15:46:23]. L’arte che viene dal presente e parla direttamente al pubblico non per intrattenere ma perché risponde a un bisogno esistenziale reale in modo universale e necessario sia la nostra. Poche cose sono più pericolose per lo status quo dell’arte libera di immaginare e parlare. Lo sappiamo sin dalle avanguardie. Noi andiamo senza paura verso la costruzione del possibile, in cui l’attuale modo di comprimere e indirizzare la società sia obsoleto e dimenticabile. La complessità sia nostra per giocarci assieme. L’arte come bene comune non si ingabbia con i due spicci destinati a tacitare il giullare mandato al massacro. Il giullare urla che l’imperatore è nudo e tossico e futile. È ora il tempo in cui ci riprendiamo tutto l’immaginario! Taglia dove devi, sono più di tre righe

Diego Repetto, [19 giu 2020, 15:48:42]. Larry Hickman, educatore ed ex presidente della John Dewey Society, nel corso di un dialogo con Ikeda citò la frontiera americana a proposito di avanzare con lo spirito del “qui e ora”:«Si dice che quando un viaggiatore arrivava in una cittadina della “frontiera americana”, la prima domanda che gli veniva posta non fosse “Da dove vieni?”, bensì “Dove sei diretto? Che progetti hai?”».Che si trattasse di un viaggiatore in cerca di fortuna, di un nuovo inizio o di una riabilitazione dopo gli errori passati non aveva molta importanza. Nei territori di frontiera contava solo ciò che si intendeva fare da allora in avanti. L’attuale situazione pandemica suggerisce la creazione di nuove opportunità qui e ora per affrontare un futuro ormai sempre più imprevedibile.

Francesco Rigoni. Io curavo la regia quindi ero un po’ dentro un po’ fuori dalla conversazione. Si è rafforzata la mia impressione che ci sia tanta voglia e bisogno di fare rete, di rafforzare e consolidare i nodi di un reticolato di persone che si muovono nell’ambito della cultura in ottica innovativa con l’obiettivo specifico di potenziare le azioni a livello locale/territorio cosicché possano innescare catene di azioni virtuose. La dinamica dell’incontro e dello scambio resta la nostra grande risorsa e la dimensione entro la quale è possibile davvero promuovere trasformazione positiva.

[15:59, 19/6/2020] Flavio Ferri: Dalle difficolta’ le idee crescono, rinnovate e rinforzate, e si avventurano in sentieri una volta considerati scomodi e insicuri. Il compito dell’arte e’ questo.

Davide Mazzocco, partendo dal suo libro Cronofagia e anticipando i temi del progetto multiartistico Flow Time, ha raccontato il rapporto fra la società capitalistica e il tempo.

[16:14, 19/6/2020] Gaia Riposati e Massimo Di Leo . Fin dai primi giorni del Lockdown è stato evidente che fossimo di fronte a qualche cosa di epocale, qualcosa che la nostra società non aveva mai sperimentato prima, i corpi erano fermi ma le menti erano in pieno fermento. Con Carlo Infante abbiamo pensato di mettere in piedi la piattaforma RIavviaItalia.it per non lasciar scivolare via tutte le idee che si andavano formando, per raccoglierle, per metterle a disposizione, perché da quelle idee si potesse ripartire e ripensare un nuovo modo di fare Paese. Abbiamo fatto memoria per costruire futuro. Ora sentiamo che i tempi siano maturi per rimetterci in moto anima e corpo e stiamo immaginando appuntamenti sul territorio per andare a snidare le idee lì dove nascono. Abbiamo pensato a RiavviaItalia Live un format site specific, nomade e mutante, uno storytelling performativo che si plasmerà di volta in volta nell’incontro con le diverse realtà, partendo dell’esperienza del wolkabout di Urban Experience e attraversando i luoghi e lasciando traccia degli attraversamenti attraverso il riverberare di NuvolaProject.cloud .
L’incontro di oggi, il flusso delle voci di questa trasmissione è già una azione di RiavviaItalia Live. Ci confrontiamo , immaginiamo e cominciamo a costruire nuovi paradigmi.https://www.nuvolaproject.cloud/
[
16:14, 19/6/2020] Gaia Riposati: Ovviamente taglia come vuoi

[15:51, 19/6/2020] Emanuela Cruccu: Tanti spunti di riflessione interessanti e tante idee condivise, per ripartire. Le idee sono veramente il punto di partenza per ripartire. In questa direzione deve verificarsi lo sforzo, lo slancio, affinché possa consolidarsi quella consapevolezza di dover intervenire con prontezza e serietà. E le idee sono l’elemento essenziale di questa manovra collettiva, di questo programma del cambiamento e del rinnovamento. Occorre ripartire dalle idee. Il mondo della cultura si preoccupa per la propria sopravvivenza anche se ha dimostrato un sentimento totalmente diverso dalla rassegnazione, e gli ultimi eventi programmati dimostrano di essere una reazione concreta e un forte segnale. Continuiamo a fare di questa strada una strada praticabile e percorribile.

1 thought on “Concerti di idee in azione nel Quinto Paesaggio. Episodio2

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *