riviste di carta

Il fascino (non poi così) discreto delle riviste di carta

Venerdì 17 aprile, sfidando la sorte, Pilato ha ospitato Alessandra Rigano, designer siciliana con la passione per le riviste di carta. E proprio su questa passione e sulle canzoni che non partono (soprattutto Jamiroquai, ribattezzato per l’occasione Jamiro Mai) ruota l’intera puntata andata in onda tra le 10 e le 11 su Radio Antidoto.

Nella prima parte Alessandra ci ha parlato di Avaja, circolo ricreativo di design territoriale con sede a Catania. Il primo progetto che hanno portato avanti è Sartoria Editoriale. L’idea nasce dopo aver visto la mostra di Alberto Casiraghi (editore di Pulcinoelefante). Sulla falsa riga dei libretti creati da Casiraghi, Sartoria Editoriale ha realizzato una serie di pezzi unici: collage che mettono insieme immagini, parole, utilizzando diversi materiali. È stata organizzata una mostra e dopo quel primo evento, il gruppo ha continuato a produrre questi piccoli quadernetti in occasione di altri eventi. Nel tempo Avaja ha collaborato con alcuni poeti e con il Teatro Coppola di Catania.

Nella parte centrale della puntata ci concentriamo sulle riviste che ci piacciono e qui non possiamo non citare Suq.. Questa rivista è uno dei migliori esempi di rivista degli anni ‘10. Testi, immagini e stampa sono molto curati, e sottolineano la ricerca che i redattori fanno bimestralmente. Inoltre il digitale viene utilizzato come controparte di ciò che viene scritto su carta. In questo modo l’uno non esclude l’altro, ma anzi a ogni canale viene affidato un messaggio ben preciso, che viene amplificato su più mezzi. Ci fa piacere citare Suq. perché grazie alla scelta di toni freddi e alle storie che racconta la Sicilia di Suq. si allontana dall’immaginario comune isolano legato al barocco e ai fichi d’india. Una immagine della Sicilia che qui a Radio Antidoto apprezziamo particolarmente.

Da vera appassionata di riviste Alessandra infine ci consiglia Stack, un servizio in abbonamento che ti permette di ricevere ogni mese una rivista diversa. Ma che bellezza è? Lei ci mostra fiera il numero che ha ricevuto questo mese Dirty Forniture.

Alessandra è nella chat di Radio Antidoto, ha un suo canale Telegram , mentre per conoscere tutte le attività di Avaja, basta andare sul loro sito.

L’audio della puntata di Pilato con Alessandra Rigano.

Tutte le foto presenti nell’articolo sono state concesse da Alessandra.

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *