INDIE BREAKING SPACE – #BlackLivesMatter – LIVE from USA!!!

Il 25 maggio 2020 avviene un episodio gravissimo che sarebbe rimasto nel grande archivio dei crimini umani ignorati e dimenticati se non fosse stato ripreso da una ragazzina di 17 anni che lo ha reso pubblico a livello globale per mezzo della potenza mediatica che mai era stata raggiunta nella storia dell’umanità. I social network spesso criticabili per la loro deriva mercantile dei rapporti umani, possono manifestare una potenza di fuoco come mezzo di propagazione indipendente ed autonoma di documenti digitali che viaggiano liberi da qualunque tentativo di censura.

George Floyd perde la vita sotto la pressione asfissiante del ginocchio di un policeman che ha ignorato fino all’ultimo le sue sofferenze e le grida di chi stava riprendendo la scena nel silenzio complice dei suoi colleghi.

Negli USA si è scatenata una reazione popolare senza precedenti se consideriamo l’estensione e la propagazione a livello globale che ha visto persone di ogni età, etnia, estrazione culturale e religiosa partecipare alla protesta contro l’ennesimo sopruso delle forze dell’ordine contro persone di colore. Una protesta che recita principalmente una sacrosanta ovvietà tanto complicata da comprendere in un mondo occidentale ancora ottenebrato da pregiudizi che nulla hanno di lucido e normale.

#BlackLivesMatter (le vite dei neri contano) è diventato il simbolo di una presa di coscienza collettiva contro il razzismo e il sopruso delle minoranze.

Da qui è nato il “format” INDIE BREAKING SPACE che trae origine dal programma più “generico” INDIE SPACE che era nato già con una vocazione ben precisa, quella cioè di far attraversare sonorità e pensieri anche distanti in un continuo crossover che superi nell’unità la semplice sommatoria delle parti secondo il concetto chiave della psicologia della Gestalt: “il TUTTO è più della somma delle sue PARTI”.

La sintesi è nella sua stessa descrizione: “Suoni e frastuoni nelle distorsioni armoniche del Pensiero, della Musica, della Cultura e del Tempo”.

INDIE BREAKING SPACE vuole essere uno spazio radiofonico dove prende vita la protesta attualmente in corso disegnata in live “mixing” con delle tracce sonore che possano restituire attraverso il suono le emozioni e le sensazioni che ogni esperienza reale genera attraverso la partecipazione multi – sensoriale.

Anche noi siamo lì… protestiamo anche attraverso la nostra comunità radiofonica… altrimenti ci mancherebbe il respiro!!!

STAY TUNED….

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *