Concerti di idee nel quinto paesaggio. Episodio3

Cristina Vignone  

Ieri, con Federico e Diego abbiamo incontrato Tiziana Migliore, e Arlo Bigazzi. Non abbiamo chiesto da dove vengono, ma dove vanno.

Abbiamo parlato de “la dimensione nascosta” e di quello che l’uomo, pur con gradienti culturali diversi, non può fare a meno: sentire l’altro con i sensi.

Diego Repetto: in questo terzo episodio si è parlato di “stasi dell’immaginazione” subita nel periodo del lockdown, della necessità di essere più flessibili per far fronte a una nuova quotidianità come conseguenza della pandemia, della dimensione nascosta di Edward Hall in cui diventa importante il sentire l’altro con i sensi, della riappropriazione da parte della natura di ambienti urbani, del confronto tra l’ottimismo e il pessimismo generato dall’uso della tecnologia digitale in quest’ultimo periodo…

Un dialogo aperto in cui si sono delineati nuovi stimoli per ripensare gli spazi e gli eventi culturali, oltre a portare il ragionamento su scala urbana.

Con lo stesso spirito del giovane utopista Majakovskij (di cui Arlo Bigazzi con Chiara Cappelli, Francesco Cusumani e Lorenzo Tommasini hanno creato lo spettacolo “Majakovskij! Il futuro viene dal vecchio ma ha il respiro del ragazzo”) si è giunti alla consapevolezza che per rendere il nostro presente migliore dobbiamo attuare una rivoluzione del pensiero, una strategia di resilienza in grado di stimolare la creazione di nuovi progetti.

Be the first to leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *